Segnali

Qualche giorno fa camminavo da solo per le strade di Modena.

Sarà che era sera e c’erano un sacco di saracinesche abbassate, ma mi guardavo intorno e non vedevo altro che banche e agenzie di lavoro temporaneo. A volte qualche negozio di kebab.

Non so se si tratti di autosuggestione, o se dovrei leggerla come una specie di consolazione (ovvero la risposta, negativa, alla domanda “poteva andare a finire diversamente?”). O magari come il segnale di un dio dispettoso che dice che non si sfugge al determinismo cosmico, con tanto di pernacchia. prrrrrrrrr.

“Whatever happened, happened.”

Comunque magra, come consolazione.

Annunci

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: